Festa della liberazione 2019: il nostro impegno per la memoria, la liberta' e la pace

74 generale WIl Comune di Scandicci continua il proprio impegno in favore della memoria, della cultura, della libertà e della pace che hanno caratterizzato gli ultimi cinque anni dell'Amministrazione Fallani con ultimi importanti appuntamenti intorno al 25 aprile.

Nei giorni scorsi sono state inaugurate le prime targhe con i nomi e le storie di antifascisti, in corrispondenza di strade ed edifici a loro dedicati.
Le Targhe della Memoria, iniziativa ideata e organizzata dal Comune di Scandicci assieme all'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia ANPI e al Comitato Antifascista di Scandicci ha visto posizionare le prime targhe dedicate a Elio Chianesi, Aligi Barducci, Lanciotto Ballerini e Giovanni Amendola in corrispondenza dei cartelli delle rispettive vie, e a Sandro Pertini davanti alla scuola primaria a lui dedicata.

"Anche su questo vogliamo la fiducia dei cittadini di Scandicci - spiega Sandro Fallani - per continuare con questa iniziativa e portare la memoria di chi ci ha reso liberi in tutti i quartieri di Scandicci".

E per il 25 aprile, sono i cori di Scandicci protagonisti delle celebrazioni cittadine con ritrovo in piazza Matteotti e corteo verso piazza della Resistenza dove sventola anche quest'anno il grande tricolore cucito da Candia e Fiorella, due degne rappresentanti di "quella generazione di italiani che su quella trama ha ricostruito il paese, strappato e lacerato dal fascismo e dalla guerra attraverso il lavoro, la scuola, la famiglia, la voglia di vivere e costruire un mondo migliore fatto di diritti, salute universale e istruzione pubblica per tutti anche di chi del 25 aprile, per un triste pugno di voti, se ne vuole dimenticare o lo confina nell'oblio del passato" ha scritto Sandro Fallani in un bel post sul suo profilo Facebook.


Stampa   Email